Giovedì 13 dicembre 2018

logo gm per app

+ Dal Vangelo secondo Matteo (11,11-15)

In quel tempo, Gesù disse alle folle:
«In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui.
Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli subisce violenza e i violenti se ne impadroniscono.
Tutti i Profeti e la Legge infatti hanno profetato fino a Giovanni. E, se volete comprendere, è lui quell’Elìa che deve venire.
Chi ha orecchi, ascolti!».

13 dicembre“Fra i nati da donna non è sorto nessuno più grande di Giovanni il Battista”.

Il Signore Gesù nel parlare con le folle elogia Giovanni il Battista definendolo “il più grande”. Dai versetti che precedono il vangelo di oggi notiamo che il Battista è in carcere e dal buio della sua cella, per mezzo dei suoi discepoli, pone una domanda a Gesù: sei tu che devi venire oppure dobbiamo aspettare un altro?. Elogiare un uomo che indossa un vestito di peli di cammello, che si ciba di cavallette e miele selvatico e che ha fatto della sua vita un continuo peregrinare per poi ritrovarsi in carcere, può sembrare fallimentare. E invece Gesù vuole esaltare il Battista perché è capace di porsi domande, perché ha fatto della propria vita una continua ricerca della verità. Non si è accontentato di vivere lasciandosi portare dagli eventi della storia ma ha scelto di scendere in profondità ponendosi in ascolto di essa, anche a costo della sua stessa vita; perché una vita vissuta accontentandosi è una vita già morta. Gesù rilancia l’esperienza del Battista annunciando una realtà più grande. Una realtà a cui tutti siamo resi partecipi, non per meriti e non per capacità ma per puro dono. È il Signore Gesù che viene ad annunciare il volto del Padre e quindi a dirci che la verità della nostra vita è che siamo figli amati! Cos’è questo se non il riconoscersi tra i piccoli del regno dei cieli.

a cura di Salvatore Porcelli,
giovane seminarista della Diocesi di Nola.

GOD morning a tutti!

Autore dell'articolo: GM