Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 6,1-6.16-18)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei cieli.
Dunque, quando fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipòcriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
E quando pregate, non siate simili agli ipòcriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipòcriti, che assumono un’aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu digiuni, profùmati la testa e làvati il volto, perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà».

 

“Invece, quando tu digiuni, profumati la testa e lavati il volto….”

Questa Parola è diretta. Arriva davanti al tuo cuore e non puoi far finta di nulla. Invece quando tu…non hai scampo. Tra tanti ha scelto proprio te. Oggi. Nella tua vita. In qualsiasi modo sia il tuo cuore. Tu, proprio tu,  in questo tempo sei invitato a dare una svolta. La quaresima è il tempo delle svolte. Quelle segrete che hanno a che fare con le vie del cuore e non con gli incroci ingombranti dei nostri percorsi. Sei invitato a far svoltare il tuo cuore, in intimità e segretezza, perchè le cose importanti nella nostra vita avvengono nel cuore e non sulla piazza. Tristezze e bellezze si intrecciano negli incontri segreti e non sulle piattaforme della nostra vita. Dunque, tu,  profumati la testa e lavati il volto. Non cedere alla tentazione della tristezza e del sacrificio come pesantezza. Non mostrare la faccia preoccupata e le spalle ingobbite dal peso. Ti viene chiesto di profumare e dare bellezza: a questo poi servivano le ceneri nel passato, a lavare e riportare tutto alla bellezza iniziale. Ecco, questa mi sembra la sfida più interessante: ritornare a essere belli, a essere profumo per gli altri, a essere possibilità di svolta. Intimità, profumi e svolte sono le strade da percorrere per tornare a essere  immagine e somiglianza della bellezza.

GOD morning a tutti!!!

A cura di don Tony Drazza, Assistente nazionale del Settore Giovani dell’Azione Cattolica Italiana

Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.gmpompei.it/quaresima2018/mercoledi-14-febbraio-2018/
Instagram