Nessuno più di Levi, pubblicano, esattore delle tasse aveva bisogno di un cambio radicale della vita, ma da solo non sarebbe mai riuscito a farlo. Solo l’incontro con Gesù poteva smuoverlo dalle sue certezze, grazie a uno sguardo di tenerezza e a una parola: “Seguimi”. La risposta di Levi è immediata, silenziosa, senza tentennamenti

In questo tempo speciale di quaresima, il Signore chiama ciascuno di noi, come ha fatto con Levi , a riconsiderare la nostra vita: non guarda al nostro passato, né quello prossimo né quello remoto, ma con tenerezza di padre e preoccupazione di madre, ci invita a seguirlo e ci incoraggia: “Vieni con me!”  Se dovessi inciampare o smarrirmi, egli mi tira su o mi fa sentire la sua voce.

In cambio di tanto amore, non ci resta dunque che organizzare una festa, al centro della quale ci sarà Gesù. Indosseremo il vestito bello delle grandi occasioni, che ci farà sentire “amici di famiglia”, uomini e donne nuove, trasformati dalla sua presenza. Ci renderà capaci, come Lui ha fatto con Levi, di non fermarci alle apparenze nel giudicare i presenti, perché dietro ogni volto, simpatico o antipatico, c’è sempre qualcuno che Dio ama.

God morning a tutti !!!

 

 

Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.gmpompei.it/quaresima2017/commento-di-sabato-4-marzo/
Instagram