Il vangelo di oggi, ci presenta la richiesta della madre dei figli di Zebedeo per ottenere il primo posto al fianco di Gesù. Gesù risponde con fermezza alla domanda, in più riferendosi ai discepoli, chiede loro se possono bere dal calice della sofferenza e accettare di dare la propria vita fino alla morte.

Alla risposta decisa dei discepoli, Gesù resta sorpreso da quelle parole sicure, ma allo stesso tempo troppo affrettate tanto da non aver capito fino in fondo cosa realmente stessero chiedendo a Lui. Allora Gesù spiega e fa capire loro che il posto d’onore nel Regno dei cieli, non è lui a disporne, ma colui che lo concede è il Padre.

Gesù può offrire solo il calice con la sofferenza e la croce che ne derivano, perciò non bisogna lottare per il posto d’onore, non bisogna lottare per le cose futili, piuttosto impegniamoci ad amare e ad accettare non solo l’onore, la vittoria ma anche la sofferenza, proprio come ci ha insegnato Gesù che è morto per salvare l’intera umanità.

GOD morning a tutti!!!

Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.gmpompei.it/quaresima2017/commento-di-mercoledi-15-marzo/
Instagram