Non so se sia mai capitato anche a te di pensare in maniera differente dai tuoi genitori. Qualche volta senti che la tua vita, il tuo modo di giudicare la realtà non coincidono con quello dei tuoi parents. Questa cosa è successa anche a Gesù. Anche lui ha lentamente scoperto che i suoi genitori non lo capivano fino in fondo, che per certi versi, lui stesso diventava sempre più un poco “estraneo” a loro.

Quanto più cresciamo tanto più ci rendiamo conto che i genitori non conoscono tante cose di noi…magari ne conoscono di più i nostri migliori amici. Personalmente ricordo un periodo della vita in cui sarei voluto fuggire dai miei perché li ritenevo genitori sbagliati, incapaci di comprendermi a fondo e che io meritavo altro…Ero anche un poco arrabbiato.

Lentamente ho compreso che questa non comprensione totale è qualcosa di inevitabile, mentre la scelta di restare con loro e di imparare a conoscerli e amarli così com’erano, dovevo farla io. E’ stato un cammino bello che mi ha portato a voler loro ancora più bene. Anche Gesù ha fatto la stessa cosa. E’ rimasto con Maria e Giuseppe. E proprio con loro e grazie a loro è divenuto l’uomo che conosciamo. Allora fà o Gesù che possiamo amare i nostri genitori. Così come sono. E visto che oggi celebriamo la festa di san Giuseppe….una preghiera speciale per i nostri papà.

GOD morning a tutti!!!

Centro di Pastorale Giovanile e Vocazionale della Diocesi di Mantova

Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.gmpompei.it/quaresima2017/commento-di-lunedi-20-marzo/
Instagram