È Giuseppe il protagonista di questo brano di Matteo. La situazione che sta vivendo, lo fa sentire smarrito e forse un po’ deluso. Non agisce impulsivamente, ma da uomo mite riflette e attende. Proprio qui gli giunge un segno da Dio che lo invita a non temere e ad agire nella maniera meno logica: gli dice di prendere comunque Maria con sé come sua sposa. A questo punto la scelta spetta a Giuseppe.

I momenti di smarrimento e di delusione nello scorrere delle nostre vite sono tanti. A volte mi è capitato di domandarmi come agire nei momenti di difficoltà, che scelta sia più giusto compiere. Gli ultimi due anni mi hanno vista impegnata in un cammino di ricerca della mia vocazione e di approfondimento sulla mia fede. Sono stati intensi e ricchi e, nonostante io abbia ancora tante domande, una decisione si è radicata in me, passo dopo passo: nelle mie scelte voglio sempre che ci sia la Sua presenza perché mi permette di vivere puntando ad un bene più grande.

Spesso non comprendo dove mi porterà il mio agire e che risvolti produrrà, ma è qui che si gioca la mia Fede: quando scelgo di fidarmi e “affidare” le mie scelte al Signore per essere Suo strumento. Proprio come Giuseppe sento di non avere certezze, ma l’intuizione di un disegno di Amore più grande, che va oltre la mia persona, mi dona pace e sicurezza.

 

a cura di Silvia Missaglia, educatrice della Parrocchia di Montegrotto Terme – Padova.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.gmpompei.it/avvento2017/commento-di-lunedi-18-dicembre-2017/
Instagram
Categorie: 2017-Avvento