“E se voi lo volete accettare, egli è quell’Elia che deve venire. Chi ha orecchi intenda.”

Gesù ci presenta Giovanni e ce lo presenta come il più grande tra i nati di donna, il nuovo Elia che il popolo di Israele stava aspettando, colui il quale – secondo le Scritture – sarebbe venuto per annunciare la grazia più grande: la venuta del Messia.

Giovanni è l’ultimo dei profeti perché annuncia che la profezia è compiuta, il Cristo è arrivato… ma è anche il più grande perché lui riconosce in Gesù il Messia. Lo riconosce fin dal grembo materno, ne testimonia la grandezza con tutta la potenza della sua fede. Giovanni annuncia che, da questo momento in poi, diventiamo tutti figli dello stesso Padre.

“Se voi lo volete accettare”, ci dice però Gesù. Ancora una volta Egli ci lascia liberi di scegliere in cosa e in Chi vogliamo credere. Vogliamo ascoltare la sua Parola, credere che Giovanni sia il nuovo Elia, credere in ciò che egli annuncia con forza? Che la profezia è compiuta in Cristo e che tramite lui abbiamo ricevuto grazia e salvezza?

Cristo è venuto nel mondo perché noi fossimo salvi, Giovanni prima di lui gli ha “preparato la via”, ha annunciato a noi il compimento della profezia. Ancora una volta in questo tempo di Avvento siamo chiamati ad ascoltare questo annuncio.

Ma noi, siamo pronti ad accettarlo?

 

a cura di Carla Serafini, Parrocchia San Pietro Apostolo (Cicciano) – Nola

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.gmpompei.it/avvento2017/commento-di-giovedi-14-dicembre-2017/
Instagram
Categorie: 2017-Avvento