ASCOLTA L’AUDIO

Vangelo (Lc 10,21-24)
In quel tempo, Gesù esultò nello Spirito Santo e disse: “Io ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, che hai nascosto queste cose ai dotti e ai sapienti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, Padre, perché così a te è piaciuto. Ogni cosa mi è stata affidata dal Padre mio e nessuno sa chi è il Figlio se non il Padre, né chi è il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare”.
E volgendosi ai discepoli, in disparte, disse: “Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. Vi dico che molti profeti e re hanno desiderato vedere ciò che voi vedete, ma non lo videro, e udire ciò che voi udite, ma non l’udirono”.

Commento (a cura di Gigi Cotichella, Presidente Cooperativa AnimaGiovane)

Certo che La Parola di Dio è una fonte inesauribile di ispirazione e sorprese. Questo per esempio è un classico 1×3: un versetto e tre grandi verità.

La Prima è sullo stile. Gesù si rivolge ai discepoli, a chi cioè ha deciso di imparare con la propria vita. Non basta leggere la PdD o proclamare qualche preghiera! O si vive legati a Gesù, da discepoli, o il rischio è di avere un regalo enorme di fianco a sé che non si apre mai.

Seconda la preghiera. Gesù parla in disparte. Se è vero che i santi trasformavano tutta la vita in una grande preghiera, è pur vero che ci sono momenti esclusivi. E proprio in quei momenti sembra che Dio parli più esplicitamente e illumini di senso quello che viviamo.

Terzo la felicità. Essere Beati. La nona beatitudine, che racchiude tutte le altre otto, è vedere Gesù tra le righe della nostra quotidianità. E chi vede Gesù sa essere distaccato dalle cose, mite, sa vivere anche la persecuzione. Perché non è solo. È in compagnia di Dio che sa farsi bambino per me, che dà la sua vita per me, che vince la morte e ogni morte per me. Per questo chi vede Dio è felice. Più di un re o di un magnate. Perché ha scoperto come trovare anche nei momenti più oscuri un gancio con la felicità.

Tre bei regali di Natale, no?

“Veglia il cuore, sveglia la vita! Buona giornata!”

Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.gmpompei.it/avvento2016/telegravv-commento-sul-vangelo-del-29-11-2016/
Instagram
Categorie: 2016-Avvento