ASCOLTA L’AUDIO

Vangelo (Mt 21,23-27)
In quel tempo, Gesù entrò nel tempio e, mentre insegnava, gli si avvicinarono i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo e dissero: «Con quale autorità fai queste cose? E chi ti ha dato questa autorità?».
Gesù rispose loro: «Anch’io vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, anch’io vi dirò con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni da dove veniva? Dal cielo o dagli uomini?».
Essi discutevano fra loro dicendo: «Se diciamo: “Dal cielo”, ci risponderà: “Perché allora non gli avete creduto?”. Se diciamo: “Dagli uomini”, abbiamo paura della folla, perché tutti considerano Giovanni un profeta».
Rispondendo a Gesù dissero: «Non lo sappiamo». Allora anch’egli disse loro: «Neanch’io vi dico con quale autorità faccio queste cose».

Commento (a cura di Milena Sepe, Comunità di Villaregia)

I capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo si avvicinano a Gesù mentre si trova nel Tempio a predicare e gli pongono una domanda: “Con quale autorità fai queste cose?”. Si riferiscono alla cacciata dei venditori. Evidentemente si considerano i padroni di tutto e pensano che nessuno possa fare nulla senza il loro permesso. Pensano di avere il diritto di controllare tutto. Hanno il vizio di ogni potente: credono che anche gli altri ragionino come loro, che anche gli altri facciano le cose per interesse personale.

L’obiettivo insomma è chiaro: la loro domanda non è curiosità, ma nasce dal desiderio di mettere in difficoltà Gesù. Ma Gesù li spiazza fornendo loro non una risposta, ma una controdomanda che li manda in crisi. “Vi farò anch’io una domanda e se voi mi risponderete, vi dirò anche con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni da dove veniva? Dal cielo o dagli uomini?”. Domanda intelligente, semplice come una colomba e astuta come un serpente! Ora mettiamo a fuoco la mente dei sacerdoti e degli anziani che si trovano spalle al muro. Immaginiamo i loro pensieri segreti: “Se rispondiamo che veniva dal cielo, lui dirà: allora, perché non avete creduto a Giovanni? Se rispondiamo che veniva dagli uomini, la moltitudine ci volterà le spalle poiché tutti pensano che Giovanni sia un profeta”. Per questo, per non esporsi, rispondono: “Non sappiamo!” Risposta opportunista, falsa e interessata. L’unico loro interesse era non perdere il loro potere sulla gente.

La loro totale mancanza di onestà intellettuale fa sì che non meritino la risposta di Gesù. Cosa dice a noi questo brano? Una cosa molto semplice: accostiamoci a Dio con cuore puro e semplice, con spirito di verità, perché è l’unica strada per far sì che Egli si riveli a noi e riversi su di noi tutto il suo Amore.

Veglia il cuore, sveglia la Vita!

Buona Giornata!

Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.gmpompei.it/avvento2016/telegravv-commento-sul-vangelo-del-12-12-2016/
Instagram
Categorie: 2016-Avvento